PROBLEMI LOGOPEDICI

Un bambino di tre anni che dice poche parole. Un bambino che balbetta. Un ragazzino che fatica a leggere e scrivere. Una ragazzina che deve mettere l’apparecchio. Un’insegnante che ha sempre la voce rauca e fa fatica a farsi sentire dagli alunni mentre spiega in classe. Un signore che ha difficoltà a deglutire alcuni cibi. Un altro che ha avuto un ictus e ora fa fatica a parlare. 
Che cos’hanno in comune tutte queste persone? 

 

LA LOGOPEDIA!


Spesso, quando un logopedista si presenta, riceve la

seguente risposta: “ah quindi insegni ai bambini a

parlare bene”. Questo è vero, ma solo in parte.

La Logopedia, infatti, abbraccia una miriade di aspetti,

di condizioni, di soggetti, di problematiche e di

modalità volte a risolverle. Un mondo ampio e vario,

di cui molti sono ignari. Scopriamolo insieme.
La parola Logopedia deriva dalle parole greche

logos "discorso" e paideia "educazione".

La logopedia è dunque quella disciplina che si occupa dello studio, della prevenzione, della valutazione e della riabilitazione delle patologie e dei disturbi della voce, del linguaggio, della comunicazione, della deglutizione, degli apprendimenti e di alcune funzioni cognitive connesse alle suddette abilità (come attenzione e memoria). 
La Logopedia, quindi, si interessa a tutte le fasce di età: evolutiva, adulta, geriatrica. 
La consulenza di un logopedista può essere richiesta in caso di ritardo o difficoltà di linguaggio nei più piccoli, in caso di balbuzie, in caso di difficoltà negli apprendimenti, in caso di disturbi della voce, in caso di difficoltà a carico della funzione deglutitoria, in caso di difficoltà comunicative conseguenti ad eventi ischemici, emorragici o deficit neurologici. E questi sono solo alcuni esempi.

 

 

COME LAVORA IL LOGOPEDISTA?


Innanzitutto, in un primo incontro conoscitivo, il logopedista effettua l’anamnesi, ponendo domande che hanno come scopo quello di raccogliere dati relativi al passato e al presente del paziente, sia esso un bambino o un adulto, e indaga il motivo che ha spinto alla richiesta di una consulenza. 
Fa seguito la valutazione logopedica, che può essere svolta usando dei test e/o tramite l’ascolto e l’osservazione. Per completare il proprio bilancio, che è una sorta di “fotografia della situazione”, il logopedista si confronta anche con altre figure professionali, come lo psicologo, il neuropsicomotricista, il fisioterapista, l’ortottista, l’otorinolaringoiatra, il foniatra, l’odontoiatra, etc.      
Quando la valutazione si è conclusa e il logopedista ha un quadro dettagliato della persona la presa in carico può proseguire con un trattamento.

Non è possibile stabilire a priori la durata del trattamento poiché dipende da numerose variabili. 
Durante il ciclo di trattamento e, in particolare, al termine di esso, viene effettuata una rivalutazione delle abilità su cui il lavoro è stato impostato. Si osserva quindi quanto la “fotografia” è cambiata rispetto all’inizio.

Si possono così valutare i risultati ottenuti e valutare se concludere la terapia (con possibilità di effettuare un follow-up a distanza di qualche tempo) oppure proseguire il trattamento impostando nuovi obiettivi.
Durante l’intero percorso, il logopedista informa il paziente e la sua famiglia, indaga le loro aspettative, orientando, accompagnando ed esplorando le possibili soluzioni al problema riscontrato.

Queste azioni si riassumono nella parola counselling.

Viene a crearsi un’alleanza terapeutica tra professionista e paziente: si condividono gli obiettivi, si identificano gli strumenti necessari e le strategie da adottare per raggiungerli. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La D.ssa Lucrezia Bernardini è una logopedista dell’età evolutiva, adulta e involutiva con formazione magistrale, PROMPT (introduzione alla tecnica dei Prompts per la Riorganizzazione di Target Fonetici Muscolari Orali),

TMF (Terapia logopedica Miofunzionale), TNM (Taping NeuroMuscolare) e

PECS (Picture Exchange Communication System I livello).​

 

Se pensate che la/il vostra/o bambina/o stia manifestando un  ritardo o una difficoltà di linguaggio, o difficoltà negli apprendimenti, oppure difficoltà di deglutizione, chiamate lo 0115097201inviateci una mail indirizzata a info@novapediatrica.it con i vostri dati e il vostro numero di telefono.

Vi contatteremo al più presto!

<---- TORNA INDIETRO                PAGINA SUCCESSIVA --->

 

dreamstime_m_124398987.jpg